PRESEPI DA VISITARE




In quasi tutte le chiese è possibile visitare il classico presepe, ma ormai anche molte proloco e altre associazioni turistiche organizzano delle rappresentazioni a tema, mostre del presepe, sculture e presepi viventi che attirano turisti e curiosi. Vediamo quindi regione per regione dove è possibile trovare qualche originale rappresentazione della Natività.


IN TRENTINO ALTO ADIGE/SÜD TIROL

A Bolzano il Natale è una festa molto sentita, la più importante dell'anno, e così a partire dalla fine di novembre, ogni anno viene allestito il "Christkinklmarkt", il tradizionale e suggestivo Mercatino Natalizio, che attira moltissimi turisti da ogni parte d'Italia e dove è possibile fare le compere di Natale per se e per i propria cari. Inoltre, nel capoluogo di provincia, si possono visitare anche antichi Presepi da collezione. Il Convento benedettino Muri di Gries custodisce una suggestiva collezione di Presepi: il più antico risale agli inizi del 1600 ed è un "Fatschenchristkindl" ovvero un "Gesù Bambino in fasce" adagiato in una cassettina e circondato da angioletti. Era un particolare oggetto destinato alle ragazze di un tempo che prendevano i voti, e che rinunciavano così alla maternità. Nell'interessante Museo sono esposti anche altri tipi di Presepi, come ad esempio i Presepi di strada madrileni che riproduco lo scorcio di una via nella quale la Sacra Famiglia si intravede appena, stimolando così la curiosità dell'osservatore.

Collezione dei Presepi, a Bressanone, in provincia di Bolzano, presso il Palazzo Vescovile.
E' una delle più ricche collezioni di Presepi, con più di 10 mila pezzi. Ci sono preziosi presepi panoramici e scenografici, come quello di Nissi, che è intagliato, quello di Probst, della fine del 1700, che comprende più di 3 mila figurine.

Ad Andalo, famosa località turistica dell'Altopiano della Paganella, nella provincia di Trento, si può visitare la Mostra Permanente dei Presepi, presso il Palacongressi, in via del Parco, con ingresso gratuito e con orari dalle 10 alle 12 da martedì al venerdì, mentre il sabato e la domenica è aperto anche nel pomeriggio dalle 16 alle 18.


IN FRIULI VENEZIA GIULIA

Sutrio (UD) è un borgo montanaro della Carnia, famosa per i suoi artigiani del legno. Ogni anno in dicembre si può ammirare una straordinaria rassegna di Presepi che viene allestita nei cortili, nelle cantine, nelle stalle, sotto i loggiati e accanto ai "fogolar", cioè i caratteristici camini delle antiche case. Da metà dicembre fino alla Befana, il 6 gennaio, a Sutrio viene allestita la rassegna chiamata "Borghi e Presepi", dove si respira l'aria natalizia più genuina, con degustazioni di piatti e bevande tradizionali. Il cuore della manifestazione è rappresentato dal grande Presepe che è stato costruito nel corso di trenta anni di lavoro da Gaudenzio Straulino, nato nel 1905 e scomparso nel 1988. Il particolare presepe è animato da ingranaggi meccanici e riproduce in miniatura gli usi e i costumi tradizionali del luogo, diventando così uno straordinario spaccato etnografico sulla difficile vita di montagna.

Lignano Sabbiadoro (UD), in questa cittadina si realizza uno straordinario presepe di sabbia (ben 400 i metri cubi per 6.800 quintali) sull'arenile lignanese, trattata senza l'uso di alcun collante chimico, solo "aghe e savalon d'aur" appunto, uniti alla mano sapiente dei 7 artisti dell'Accademia della Sabbia che hanno lavorato per 5 settimane, confezionando un'opera che raggiunge i 4 metri di altezza, concepita su più livelli e studiata per stimolare il visitatore ad interagire, addentrandosi con lo sguardo per scoprire nuovi anfratti. Le persone si troveranno così al centro di una vera e propria "città in movimento" popolata da oltre 200 figure umane e 300 animali, intenti in decine e decine di scene di lavoro e di vita quotidiana. Il presepe apre al pubblico dal 5 dicembre al 6 gennaio, ma per date e orari (che possono variare ogni anno) è opportuno contattare la www.prolocolignano.it


IN VENETO

E' legato alla tradizione del Presepe folcloristico la raffigurazione della Natività con il Presepe Vivente, e tra i "Presepi Viventi" noti in Italia è molto rinomato quello Veneto che viene allestito a Revine Lago, un piccolo comune nella provincia di Treviso, un fiorente centro agricolo, che sorge sulla sponde di due piccoli laghi.

Soave, deliziosa cittadina della provincia di Verona famosa per il vino e il suo castello, ogni anno nelle domeniche di dicembre richiama numerosi visitatori che vanno ad ammirare il Presepio artistico gigante, con numerosi particolari architettonici e figure viventi. E' un importante evento dove si può passare qualche ora immersi nelle atmosfere tipiche delle feste natalizie.

Nella parrocchia di Santa Maria della Vittoria, al santuario nella cima del Montello, in provincia di Treviso, è tradizione radicata organizzare il presepe vivente, recitato da figuranti, con la presenza di molti animali (asino, bue, pecore, agnelli, capre). Le rappresentazioni vengono fatte la notte di Natale, dopo la messa della Vigilia, e nel giorno dell'Epifania, con l'arrivo dei Magi a cavallo..

IN VALLE D'AOSTA

In molte deliziose cittadine della Valle d'Aosta, situate in zone montane e collinari, ogni anno nelle domeniche di dicembre si possono ammirare i suggestivi presepi artigianali esposti nei centri storici di Breuil Cervinia, Arvier, Bard, Camporcher, Gressoney, Grignod, La Thuille, Valtournenche e altri.


IN PIEMONTE

Il Natale in Piemonte ha degli elementi di marcata teatralità e tra le celebrazioni più sentite c'è lo storico Presepe Vivente del paese di Dogliani.

Dogliani è un borgo langarolo, nella provincia di Asti, che nelle sere del 23 e del 24 dicembre chiama a raccolta tutti i suoi abitanti per incarnare il Mistero della Natività. Per rendere più suggestiva l'atmosfera la Sacra Rappresentazione viene illuminata con la sola luce di fiaccole e falò.

Mostra di Presepi, a Torino, curata dal Gruppo Amici del Presepe di Moncrivello, piazza Borgo Dora.

IN LIGURIA

A Nervi - Genova - presso La Confraternita di S.S.Vergine del Rosario (capolinea linea 15 - a 100 metri dalla stazione FS) si svolge da alcuni anni un presepe di oltre 35 mq. e 3 metri di altezza in una ambientazione tipica di montagna. Le quattro fasi del giorno scandiscono il passare del tempo: torrenti e cascate e diverse movimentazioni rendono vivo il Presepe insieme a sottofondi di versi di animali o vociare di persone o suoni di campane.
Il presepe è aperto dal 25 dicembre al 27 gennaio con i seguenti orari:
Dal 25-12 al 6-01, dalle 10-12,30 e dalle 15,30 - 19.00
Dal 7-1 al 27-1 dalle 15,30 - 18,00
sabati e domenica 10-12,30 ; 15,30 - 19.00
Per maggiori dettagli e per gli orari (che potrebbero variare ogni anno) potete visitare il sito dedicato: www.presepenervi.it

Il Presepe meccanizzato di Campo Ligure (GE). Gli Amici del Presepe aprono i battenti nel week end dell'Immacolata. Oltre al principale significato religioso del presepe, questo plastico meccanizzato rappresenta il patrimonio tradizionale del borgo, poiché, con rispetto, cura e maestria, la Natività, è inserita nell'interno del contesto socio- economico del passato di Campo Ligure. Sono infatti rappresentate sia le attività artigianali che hanno caratterizzato il tessuto produttivo della zona, sia alcuni momenti della vita quotidiana rurale, non remoti ma quasi sconosciuti alle nuove generazioni nate in città. I "movimenti" più datati, risalgono all'inizio del XX secolo, quando la meccanizzazione e l'elettricità erano sinonimo di avanguardia, tuttavia, nell'era digitale, il Presepe meccanizzato di Campo Ligure può ancora stupire ed istruire.
Orari:
Apertura 7 e 8 dicembre orario 10- 12 14.30 - 18.00
week end 13-14 dicembre orario 10- 12 14.30 - 18.00
dal 20 dicembre al 7 gennaio 2015 tutti giorni orario 10- 12 14.30 - 18.00
tra il 10 e il 25 gennaio solo sabato e domenica orario 10- 12 14.30 - 18.00
Per maggiori dettagli, orari aggiornati o prenotazioni Tel. 010.921005 - 010.921278 - 010.920534 - 010.920354


IN LOMBARDIA

A Milano si può visitare la Mostra Permanente del Presepe del 1700, creato da Londonio, che era lo scenografo del Teatro alla Scala al tempo di Maria Teresa d'Austria. Il Presepe del Londonio ha trovato una collocazione definitiva nell'ultima cappella della navata destra della Chiesa di San Marco, in piazza San Marco, ed è quindi visitabile tutto l'anno, con orari dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

Nel cuore di Milano, in piazza Duomo, si svolge da più di quarant'anni la "Mostra Benefica di Presepi", con esposizione di circa 60 Presepi, preparati da diversi artisti italiani. La Mostra Presepistica viene inaugurata alla fine di novembre e resta aperta fino all'Epifania, il 6 gennaio. Gli orari di apertura della Mostra sono dalle 09.00 alle 22.00.

Il "Presepe Biblico" di Baggio è considerato unico nel suo genere. E' stato realizzato e costruito nel 1963 dal suo ideatore, Egidio Negrini. Il Presepe Biblico non si limita a rappresentare ciò che avvenuto nella notte della nascita di Gesù, ma rappresenta anche alcune delle sue vicende più significative, descritte dalle Sacre Scritture, dalla Creazione del Mondo alla Natività, dalla fuga in Egitto alla diffusione del Vangelo da parte dei Discepoli.
Il Presepe Biblico è situato nella cripta della chiesa di Sant'Apollinare in Baggio, a Milano, e si estende per circa 350 metri quadri. Sono molte le peculiarità del Presepe Biblico di Baggio, una delle quali è l'ambientazione in cui le 43 scene di cui è composto sono incastonate. Sono presenti due corridoio che raffigurano una grotta, al cui centro sorge la scena più maestosa e importante della Natività. Tutto il Presepe è mosso da congegni meccanici e illuminato suggestivamente. La Chiesa di Sant'Apollinare si trova in piazza Sant'Apollinare, nel capoluogo lombardo, si può visitare dal giorno di Natale fino all'Epifania, il 6 dicembre.


A Milano, presso la Chiesa di Santa Maria della Passione, si può visitare il Presepe che è stato realizzato con statue di ceramica, fatte a mano. L'ingresso è libero e la chiesa si trova in via Conservatorio, 16. L'esposizione apre la domenica che precede il Natale e resta aperta fino all'Epifania, il 6 gennaio, con orari dalle 07.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 18.00.

A Milano, presso la Basilica di San Nazaro, situata in piazza San Nazaro, si può visitare l'antico "Presepe Ligneo", con suggestivi riflessi dorati, creato nella seconda metà del 1500 dall'artista Adam Kraft. Il Presepe è visitabile tutto l'anno, con orari dalle 7.30 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 19.00.

Museo del Presepio, a Brembo di Dalmine, in provincia di Bergamo.

A Lainate, in provincia di Milano, nella villa Borromeo Visconti Litta, in largo Vittorio Veneto, ogni anno è allestita la mostra di "Presepi Artistici" . Hanno la caratteristica che sono stati tutti realizzati da artisti che per realizzare il loro presepe hanno impiegato materiali molto diversi e tutti di recupero. La Mostra dei Presepi Artistici è in programma dal giorno di Sant'Ambrogio, 7 dicembre, fino alla Befana, ma resta chiusa per Natale, Santo Stefano e il 1° gennaio.

A San Colombano al Lambro, una deliziosa cittadina famosa per il vino che sorge nella pianura logidiana, ma in provincia di Milano, si svolge una manifestazione dedicata alla Natività e intitolata "Rassegna Artistica di Presepi". La mostra viene allestita nella Chiesa di San Giovanni, vicino alla Chiesa Parrocchiale. Le date per visitare la rassegna nella Chiesa dei Presepi sono dall'8 dicembre fino al 6 gennaio, con orari dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Presso il Parco Pubblico Fossa Viscontea, in via Manzoni ad Abbiategrasso, un comune in provincia di Milano, si può visitare il "Tradizionale Presepe Augusto Rosetta". Il grande Presepe è allestito all'aperto, nel verde del parco, ed è formato da statue ad altezza naturale. Ogni sera la scena della natività viene illuminata in modo suggestivo. L'inaugurazione del Presepe avvine per l'Immacolata, l'8 dicembre, e si può visitare fino all'Epifania, il 6 gennaio.


Nella suggestiva cornice del centro storico di Morimondo, in provincia di Milano, dove svetta imponente e maestosa l'Abbazia cistercense, durante tutte domeniche delle feste natalizie, fino a Natale, viene organizzata la tradizionale Mostra di Presepi, allestita all'interno dell'Abbazia e nel piazzale antistante.

A Corbetta, la vivace cittadina della provincia di Milano, viene allestita la Mostra di Presepi dal Mondo, che viene inaugurata la prima domenica di dicembre e si può visitare fino alla seconda domenica di gennaio.

Sono in mostra a Cuggiono, centro della provincia di Milano, i Diorami che rappresentano l'infanzia di Gesù. Si possono visitare dal giorno della Vigilia di Natale, fino all'Epifania.

La suggestiva rappresentazione del Presepe Vivente di Albairate, antico borgo della provincia di Milano che sorge nei pressi del Naviglio Grande, inizia la Vigilia di Natale, il 24, e dura fino a Santo Stefano, 26 dicembre. Sono molti gli Albairatesi che vi prendono parte ogni anno.

Nella bella cornice del Naviglio Martesana, a Groppello D'Adda, in provincia di Milano, si può ammirare il "Presepe sull'acqua", che è particolarmente suggestivo appena cala l'oscurità. Il Presepe su può visitare dalla metà dicembre fino alla metà di gennaio.
Sempre a Groppello D'Adda, sono in mostra una cinquantina di Presepi inediti di artisti nazionali e internazionali, e una ventina di diorami che rappresentano l'infanzia di Gesù. Si possono visitare gratuitamente presso la Parrocchia di san Bartolomeo, presso la Chiesa di Maria Nascente, in viale Rimembranze, da metà dicembre a metà gennaio, con orari dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.30.

A Giussano, un comune in provincia di Milano, ogni anno si svolge una rassegna di scene delle Natività, intitolata "Il Presepe Racconta", che si può visitare presso la Villa Sartirana, in via Carroccio. Le date per visitare la rassegna sono dall'8 dicembre fino al 6 gennaio, con orari dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Nella bella cornice delle ville che si affacciano sul Naviglio, a Robecco, una deliziosa cittadina in provincia di Milano, si può ammirare il "Presepe sull'acqua", che viene allestito dalla metà dicembre e resta fino alla metà gennaio.


Presso il Palazzo dell'Arengario, in Piazza Roma a Monza, viene allestita una mostra di Presepi preparati dai ragazzi delle scuole. La mostra è libera ma ha il nobile scopo di raccogliere dei fondi per essere devoluti per la costruzione di un ospedale pediatrico in Africa e altre attività benefiche. La Mostra dei Presepi si può visitare dall'8 dicembre al 6 gennaio, tutti i giorni, dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

A Laveno, una bella cittadina in provincia di Varese, sul Lago Maggiore, in dicembre e per tutta la durata delle festività natalizie, viene allestito nelle acque del lago il suggestivo "Presepe Sommerso".

A Porto Ceresio, un delizioso centro che sorge sulla sponda del Lago di Ceresio (più conosciuto con il nome di Lago di Lugano), nella provincia di Varese, ogni anno si organizza la tradizionale Mostra dei Presepi a cura dell'Oratorio e della Biblioteca Comunale. La mostra viene inaugurata la terza domenica di dicembre e dura fino alla metà di gennaio.
Inoltre, dalla caratteristica passerella in legno che percorre parte della sponda del paese, è possibile ammirare il suggestivo presepe sott'acqua che viene posizionato ogni anno dalla sezione sub di Busto Arsizio e viene tenuto costantemente illuminato per essere visibile giorno e notte.

Nella cornice del suggestivo piccolo borgo di Brinzio, nel Parco del Campo dei Fiori, a pochi chilometri da Varese, il giorno di Natale c'è l'apertura dei "Presepi Artistici".

A Gavirate, cittadina turistica adagiata sul lago di Varese, si tiene la tradizionale "Mostra dei Presepi" ospitati dalla Pro-locomotiva, infatti l'evento è organizzato dalla pro loco in una originale cornice: un vagone nella stazione ferroviaria. I presepi in mostra sono veramente tantissimi e si possono visitare gratuitamente, con orari dalle 14.30 fino alle 18.00, dai primi di dicembre fino alla seconda domenica di gennaio. La visita è interessante ogni anno perché la Pro Loco organizza scambi con altre associazioni di Amici del Presepe e quindi si possono vedere sempre nuove scenografie.

A Schianno, cittadina della provincia di Varese, ogni anno, a partire dal 25 dicembre, presso la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, numerosi visitatori possono ammirare il Presepe di Schianno con numerosi particolari. E' un importante evento natalizio dove si può passare qualche ora immersi nelle atmosfere della festa e si può visitare ogni giorno con orari dalle 9 alle 19.00 fino alla fine di gennaio.


Olgiate Olona è un importante centro del Varesotto adagiato sul fiume Olona, conta più di 10.800 abitanti e un tempo era passaggio obbligato sulle vie di comunicazione tra Milano, il Seprio ed Ticino svizzero. Da oltre un quarto di secolo, ogni anno, dalla Vigilia di Natale fino alla fine di gennaio, viene allestito il "Presepe" nell'antico parco della Villa Gonzaga. Il Presepe di Olgiate Olona è oggetto di visite di molti visitatori perché ha la caratteristica di essere a grandezza naturale, con scenografie suggestive di figure umane e animali vari, modellate con grande cura per i dettagli.

A Cislago, un antico borgo medievale della provincia di Varese, ogni anno, a partire dal giorno della festa dell'Immacolata (l'8 dicembre), si svolge la tradizionale Mostra dei Presepi.

A Marnate (VA), presso il Santuario Mariano di Piazza IV Novembre si organizza la Mostra Presepi che interpreta il sentimento popolare del Presepio, nella sua tradizione e nella sua differente interpretazione stilistica da Regione a Regione d'Italia e d'Europa, ma guarda anche alle tecnologie future, ricorrendo all'utilizzo della stampa 3D per la sperimentazione nella realizzazione di particolari architettonici e statuine. Per il programma completo e gli orari si trovano maggiori informazioni sul sito: www.gruppopresepimarnate.it

Dai primi di dicembre fino alla seconda domenica di gennaio, a Venegono Inferiore, centro del Varesotto, si tiene la tradizionale "Mostra del Presepe", ospitato in una suggestiva cornice.

A Ganna, pittoresco centro del Varesotto, si trova l'importante monumento della Badia di San Gemolo, situato sulla strada per Bedero Valcuvia, dove il giorno di Natale viene inaugurato il "Presepe in Badia", che si può visitare fino ai primi giorni di febbraio, con orari dalle 9 alle 19.

A Locate Varesino, centro della provincia di Como, ogni anno in dicembre, presso la piazza centrale, viene allestito un grande presepe dove i visitatori possono ammirare un capolavoro di ingegno artistico, pittorico e artigianale. Importante evento natalizio, che si può visitare ogni giorno immersi nelle atmosfere tipiche delle feste.

A Samarate, comune nella provincia di Varese, importante per l'industria aeronautica e tessile, in dicembre, nel giorno dell'Immacolata, viene inaugurata la "Città del Presepe", grande oltre settanta metri quadri, realizzata dalla associazione Amici del Presepe. C'è tempo fino alla fine di gennaio per visitarla, si trova nel rione Cascina Elisa, in via Pietro Mascagni, 27, con ingresso libero, orari dalle 10 alle 12, dalle 15 alle 18, tutti i giorni.


Dai primi di dicembre fino alla seconda domenica di gennaio, a Gemonio, comune di oltre 2.500 abitanti del Varesotto nei pressi del lago Maggiore, viene allestito il "Presepe Artistico".

Ad Albusciago, una cittadina in provincia di Varese, ha sede il Museo del Presepe, dove si trova una raccolta di presepi da tutto il mondo, di varie forme e origini diverse. Il museo si trova in via San Giovanni Bosco ed è possibile visitarlo durante tutto l'anno, nel pomeriggio, dalle 14 alle 19.

Nella cornice dell'Eremo di Santa Caterina del Sasso Ballaro, a Leggiuno, cittadina turistica in provincia di Varese, si tiene una Mostra dei Presepi molto suggestiva in quanto questo importante complesso religioso è incastonato nella roccia in posizione panoramica proprio sulla sponda del Lago Maggiore, a qualche chilometro da Laveno Mombello. L'esposizione dei presepi è gratuita e si tiene dal 1° dicembre al 6 gennaio, ospitata nella chiesa dell'Eremo dove sono raccolti numerosi presepi fatti con materiali tra i più disparati, persino di marzapane e cioccolato, provenienti da ogni parte d'Italia (come quelli siciliani), ma anche da altri Paesi come il Cile, il Kenya e altri ancora.

Presso il Quartiere Palazzina di Castiglione delle Stiviere, una bella cittadina in provincia di Mantova, durante le festività Natalizie viene organizzato il "Presepe Vivente" e la rievocazione della Natività.

A San Biagio (MN) si svolge un presepe vivente giunto alla 23^ edizione, ci sono 50 attività rappresentate su un'area di 5000 mq. Le date (che possono variare ogni anno sono: 25, 26 dicembre e 6 gennaio oltre alle domeniche più prossime. Ulteriori notizie sul sito www.presepeviventesanbiagio.it


Dalla metà di dicembre fino alla metà di gennaio, nella bella cornice della città murata di Pizzighettone, in provincia di Cremona, si può ammirare un'esposizione di Presepi provenienti da tutta Italia, chiamata "Presepi nelle Mura".

A Crema, vivace cittadina della provincia di Cremona, ogni anno dalla Vigilia di Natale fino alla fine di gennaio, viene allestito il "Gran Presepe della civiltà contadina", nel quartiere dei Sabbioni, su un'area di 3.000 metri quadri. Il Presepe-esposizione conta un numero molto cospicuo di visitatori, oltre trentamila all'anno ed è una fedele ricostruzione della vita e del mondo contadino della prima metà del Novecento. Vi sono disposte scenografie suggestive e circa trecento riproduzioni tra uomini e animali vari, tutte a grandezza naturale, modellate con grande cura per il dettagli. Per merito di una raccolta di utensili e attrezzi originali e allo studio accurato dei custodi e delle usanze di cascina, ogni anno rivive un vero e proprio villaggio contadino che suscita emozioni antiche, e che ricompone il mosaico di una identità passata e non troppo lontana. E' una visita al Presepe ma anche una sorta di viaggio magico nella memoria.

IN EMILIA ROMAGNA

Rassegna Internazionale dei Presepi, a Ravenna, presso la Chiesa di San Francesco.

Nella zona tra Forlì e Cesena sono numerosi i Presepi allestiti sull'acqua. Per esempio al porto canale leonardesco di Cesenatico, alla Rocca di Caterina Sforza a Forlì, alla Rocca Malatestiana di Cesena, al convento dei Frati Minori a Longiano e ai Borghi di Portico, Longoni e San Benedetto. Sono tutti luoghi suggestivi e affascinanti e l'ingresso per la visita ai Presepi è gratuito dappertutto.


IN TOSCANA

A partire dalla prima domenica di dicembre, a Palazzuolo sul Senio, un paese in provincia di Firenze, si svolge "Palazzuolo il paese dei 1000 Presepi". Si tratta di un itinerario turistico dedicato alla tradizione del Presepe, con la visita agli angoli più suggestivi del paese. La manifestazione si svolge in contemporanea anche il concorso fotografico intitolato "Il Presepe più... più... più..."

Ogni anno in dicembre, a Castiglion Fiorentino, una bella cittadina in provincia di Arezzo, viene allestito un suggestivo Presepe Vivente, nella piazza centrale dell'antico borgo.

NELLE MARCHE

A Sant'Agata Feltria, deliziosa cittadina della provincia di Pesaro e Urbino, situata in zona collinare a 607 metri di altitudine, ogni anno nelle domeniche di dicembre numerosi turisti visitano l'evento natalizio più particolare e importante del Centro Italia. Si possono ammirare i suggestivi presepi artigianali esposti nel centro storico, lungo l'antica via Battelli, mentre in pazza Mercato è allestita la Casa di Babbo Natale, a cui fanno da cornice anche due vere renne che trainano una slitta guidata da un vero lappone. Ci sono inoltre gli spettacoli di zampogne, musiche tradizionali e la Band di Babbo Natale. Tutto è arricchito da un percorso gastronomico nei ristoranti e nelle trattorie del paese e nello stand all'interno dell'area espositiva, chiamato "La Mangiatoia".


IN UMBRIA

Il Presepe nel Pozzo di Orvieto (TR) - un presepio-evento con personaggi meccanici a grandezza naturale e un allestimento davvero sorprendente, narrando la vera storia del primo Presepio di San Francesco.
Da prima di Natale fino a dopo la Befana, con orario continuato dalle 9.00 alle 20.00
Per orari e date più precise, dettagli e informazioni su: www.pozzodellacava.it

Corciano è una cittadina della provincia di Perugia, che sorge a 400 metri di altitudine adagiata su un colle ricoperto di ulivi. A Natale l'intero centro storico corcianese è coinvolto nel tradizionale Presepe, con rappresentazioni della Natività, di vita domestica e artigiana.

Tra le manifestazioni tradizionali che si svolgono durante le feste natalizie a Città della Pieve, la bella cittadina della provincia di Perugia, è tipica quella del Terziere Castello. Il "Presepe Monumentale" viene allestito nei suggestivi sotterranei del Palazzo Corgna, nel Terziere Castello, un borgo cittadino, ed è visibile da Natale all'Epifania.

IN LAZIO

E' famoso e anche artisticamente notevole il Presepe dell'Aracoeli di Roma. Il "Bambino" è rappresentato da una pregiata scultura di legno d'olivo, ricoperta di gemme preziose.

A Roma, nella sede Ama di via dei Cavalleggeri 5, è allestito il presepe dei netturbini, così denominato perché è stato ideato e realizzato nel 1972 da Giuseppe Ianni, un dipendente dell'azienda ora in pensione.
Ogni anno il suo autore, con l'aiuto di molti altri operatori ecologici, arricchisce il presepe di nuovi particolari. E' detto anche il presepe dei Papi, in quanto sia Paolo VI che Giovanni Paolo II vollero visitarlo.
Inoltre questo presepe è aperto al pubblico con ingresso libero tutto l'anno: dal 14 dicembre al 30 gennaio tutti i giorni dalle 8 alle 20 comprese le domeniche e i festivi; dal 1 febbraio al 14 dicembre tutti i giorni dalle 9 alle 19 (domenica e festivi dalle 8 alle 11.30).


IN ABRUZZO

I Presepi folcloristici si sono tramandati fin dai tempi antichi nell'Abruzzo. Alla tradizione del Presepe popolare è collegato il Presepe Vivente. E' rinomato il Presepe Vivente di Rivisondoli, per la sua suggestiva ambientazione che riproduce con molto realismo la rappresentazione della Natività. Rivisondoli è un piccolo comune in provincia dell'Aquila, con quasi settecento abitanti, situato a 1320 metri sul livello del mare. E' una stazione di villeggiatura estiva e di sport invernali. E' molto apprezzata la produzione locale di mozzarelle.

L'allestimento tradizionale del Presepe, nella città di Teramo, coinvolge un centinaio di persone di ogni età che mettono in scena ogni anno la Sacra Rappresentazione alla Madonna della Conca, particolarmente suggestiva e visitata da molte persone.

A Fara San Martino, centro della Maiella con più di 1.700 abitanti noto per i suoi pastifici, per Natale si tiene un Presepe particolarmente suggestivo. E' situato in uno degli angoli più pittoreschi del paesaggio sulla Maiella, rappresentato dalla vallata che si apre quasi a ventaglio dalla gola di San Martino fino alla Chiesa di San Pietro.
In una grotta della vallata viene allestito il Presepe ad opera delle famiglie del paese, con il primogenito maschio ultimo nato. Si respira una atmosfera dei tempi andati, dove numerosi personaggi in costume sono intenti a svolgere le loro attività servendosi di attrezzi del passato.

Palmoli è un paese della provincia di Chieti, dove per le festività natalizie viene allestito un Presepe di grande effetto, nella bella cornice della selva, ricca di verde, dove la Natività di Gesù Bambino viene rappresentata attraverso tutte le sue fasi, dal censimento di Cesare augusto, alla fuga di Giuseppe e Maria a Betlemme, fino alla Nascita e alla visita dei Re Magi.

A San Demetrio ne' Vestini (AQ) ci sono le Grotte di Stuffe, note in tutta la zona dell'Aquilano per il fenomeno del carsismo sotterraneo che, durante l'inverno, assumono un fascino particolare per la ricchezza delle acque. In questa particolare ambientazione, per Natale, viene allestita una suggestiva rappresentazione con un susseguirsi di scenari, così prendono vita i momenti più salienti della Nascita di Gesù Bambino, del censimento, dell'annuncio ai pastori, della Natività e della venuta dei Re Magi.


IN CAMPANIA

I Presepi folcloristici si sono tramandati fin dai tempi antichi, soprattutto nel Napoletano. La consuetudine di allestire il Presepe nelle chiese si diffuse nel 1400, in modo particolare nel Regno di Napoli. E' storicamente importante il Presepe con figure lignee della fine del XV secolo, in cui la raffigurazione di profeti e sibille hanno un legame tra Presepi e Misteri e Sacre rappresentazioni. E' custodito in parte a Napoli, in San Giovanni a Carbonara.

A Napli, nel caratteristico quartiere di Spaccanapoli, si trova la via San Gregorio Armeno, la strada degli artigiani del Presepio napoletano. Famosa in tutto il mondo per le sue botteghe di quest'arte, era anticamente chiamata "platea nostriana", perché nei primi anni del cristianesimo, il vescovo, San Nostriano, fece costruire le terme per i più poveri. Oggigiorno tutto il quartiere è noto per la produzione di caratteristiche statuette di terracotta e anche per l'abitudine di modellare i personaggi dell'epoca attuale come personaggi del Presepe. Per ogni famiglia napoletana il Natale è anche fare una visita a "San Gregorio Armeno", tappa obbligatoria prima di fare o ampliare il proprio presepe. Nelle botteghe artigiane si può trovare di tutto, statuine classiche, accessori per il presepe animato, caricature di personaggi illustri come ad esempio il celebre Totò o il calciatore Diego Armando Maradona, ma anche personaggi della politica nazionale o internazionale.


IN BASILICATA

E' caratteristico il Presepe custodito nel Duomo di Matera, capoluogo di provincia lucano, perché è influenzato dall'iconografia bizantina.

A Villa D'Agri, un piccolo centro del Potentino, ogni anno è tradizione che nel mese di dicembre venga allestito un grande Presepe nella piazza centrale del paese.

Moliterno è un paese in provincia di Potenza, dove ogni anno tutti gli abitanti del luogo sono chiamati a raccolta per la rappresentazione del "Presepe Vivente", che viene allestito nel centro storico del borgo.

IN PUGLIA

Lecce, capoluogo al centro di una fertile pianura del Tavoliere e una delle più belle città della Puglia, è nota anche per la sua antica tradizione di artigianato mantenuto sempre vivo. Ogni anno, nel giorno di Santa Lucia, il 13 dicembre, viene allestita la tradizionale mostra di Presepi interamente realizzati di cartapesta e terracotta. Sono molto suggestivi i presepi di antica tradizione e strettamente legati ad un caratteristico artigianato locale, sono visitabili fino a gennaio.

A Ceglie Messapica, cittadina della provincia di Brindisi, è tradizione che ogni anno in dicembre viene allestita la tradizionale rappresentazione della Natività, con figuranti di ogni età e che richiama molti visitatori.

A Pezze di Greco (Brindisi), nell'antico villaggio rupestre di Lama del Tappeto, si tiene ogni anno in dicembre un presepe vivente nelle grotte che nel XII secolo furono abitate dai monaci profughi fuggiti dal vicino Oriente e che qui avevano trovato rifugio, grotte che successivamente, e fino ai primi del 1900, divennero le case dei contadini della zona. La rappresentazione sacra della Natività si trova quindi in uno scenario mozzafiato e unico nel suo genere: ogni grotta corrisponde ad un anfratto abitativo e l'interno ha diversi ambienti e in quello più spazioso si svolgevano tutte le attività domestiche, ed è li che i figuranti mostrano ai visitatori i lavori che si svolgevano un tempo, consapevoli del loro valore e della fede popolare.


A Mesagne, in provincia di Brindisi, una cittadina che sorge su insediamenti di età messapica, in dicembre di ogni anno si perpetua la tradizione della rappresentazione sacra della Natività vivente tra le più famose del Brindisino.

A Ostuni, cittadina adagiata su tre alture delle Murge nella provincia di Brindisi, nel suo pittoresco nucleo medievale, arroccato sul maggiore dei colli, in dicembre si perpetua lo spettacolo del caratteristico presepe tra le antiche vie. Ostuni è nota anche con il nome di "città bianca" per il colore delle sue tipiche case bianche.

E' molto suggestivo il presepe che viene allestito in dicembre a Canosa, importante città storica e archeologica della provincia di Bari, perché viene realizzato proprio nell'area archeologica e riscuote consensi sempre maggiori. E' una buona occasione per scoprire caratteristici angoli e spesso vengono mostrati antichi mestieri oramai scomparsi.

Nel comune di Crispiano, in provincia di Taranto, nelle grotte del Vallone, ogni anno in dicembre si svolge la rappresentazione sacra della Natività vivente tra le più famose e più visitate della Puglia, dove ci sono oltre duecento figuranti che hanno come cornice uno degli scenari più belli del Sud Italia.


IN SICILIA

La tradizione del Presepe Vivente è stata tramandata da lontano ed è legata al Presepe folcloristico. Tra i Presepi viventi famosi in Italia è rinomato quello di Cianciana, un paese con circa di quattro mila abitanti, posto a 390 metri di altitudine nella provincia di Agrigento, dove ogni anno, in occasione delle festività natalizie, tutti gli abitanti del paese sono chiamati a raccolta per la rappresentazione del rinomato "Presepe Vivente" che viene allestito nel centro storico del borgo.

A Niscemi, città a sud della provincia di Caltanisetta, nota per i famosi carciofi violetti, è tradizione allestire i "Presepi" interamente realizzati a mano con materiali di recupero, dislocati nei cortili delle case e nelle vie della città.




Vedi anche:









Norme sulla privacy